Avevo in mente di scrivere di titoli azionari, quelli big cap americani che stanno trascinando il rally degli indici NASDAQ e S&P500, poi ho visto un video su YouTube di una bella analisi che mi ha ispirato ed ho deciso di cambiare argomento. Solo per un momento, è ovvio il post sul rally dei big cap arriverà, solo un po’di pazienza.

Anche del video ispiratore e dell’analista ne parlerò presto in un post dedicato perché è giusto dare a Cesare quel che è di Cesare (ora è meglio non divagare). Nell’analisi si parlava del cross EURUSD che recentemente ha avuto un movimento rialzista particolarmente forte che lo ha portato alla violazione di una importante resistenza dinamica di lungo periodo (grafico settimanale).

Mentre guardavo l’analisi ho pensato che era arrivato il momento di analizzare il Dollar Index. Ho così deciso di verificare se è l’euro troppo forte o se invece è il dollaro che si è indebolito. E’ bastato tracciare tre evolventi paraboliche sul grafico mensile per avere la risposta.

Il risultato è quello che vedete sotto. Il commento è abbastanza semplice, dollaro molto debole che dopo la violazione della prima evolvente parabolica di supporto ha ampio spazio per una discesa verso il supporto a 0,82-0,83 dove probabilmente rimbalzerà sulla seconda evolvente parabolica.

Il grafico è mensile, quindi si tratta di un movimento estremamente significativo che se correttamente seguito darà soddisfazioni ai trader.

Significa via dagli investimenti in dollari? Non necessariamente, dipende dal tipo di investimento. Sull’oro per esempio questa debolezza ha alimentato il rialzo mentre attenzione sul Forex per un periodo medio lungo l’indicazione è “dollaro debole”.

Buon trading a tutti.

dollar index chart

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here