Qualche settimana fa ho analizzato Tenaris riscontrando un indebolimento dei prezzi che non aveva ancora generato segnali negativi, anzi direi che il contesto era abbastanza positivo e l’avvicinarsi di importanti supporti poteva rappresentare un’opportunità d’acquisto a prezzi più vantaggiosi, avevo anche considerato possibili ma improbabili eventuali ribassi.

Il mio commento nell’analisi precedente era il seguente: Ho disegnato anche un’evolvente parabolica quasi rettilinea segnata in rosso che attraversa il canale parabolico e che dovrebbe fungere da supporto. Il cedimento del supporto aprirebbe scenari ribassisti possibili ma improbabili.

Poi però lo scenario del mercato del petrolio è andato deteriorandosi con la caduta libera del prezzo del greggio che al momento non da segni di volersi fermare. Tenaris operando all’interno del mercato petrolifero non poteva restare esente da ripercussioni accentuate dalla decisione russa di abbandonare il progetto South Stream.

Nel grafico settimanale di oggi ho evidenziato con un ellisse l’area di violazione dell’importantissima evolvente parabolica di supporto di lungo periodo. Anche la fuoriuscita dal lato interno del canale parabolico blu fornisce un segnale molto negativo generato dalla velocità con cui il mercato ha venduto i titoli.

A questo punto tutto lascia pensare che il ribasso andrà dritto alla verifica del supporto a 11 euro ed in caso di non tenuta l’escursione si allungherà subito fino a 9 euro.

Staremo a vedere, intanto a meno di avventurarsi in strumenti che consentono l’apertura di posizioni short direi di stare fuori.

Buon trading a tutti.

grafico tenaris

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here