Sto riguardando il grafico di Landi Renzo, più lo guardo e meno mi convince. Il dubbio consiste nel fatto che la crescita del titolo del 30% dopo aver toccato il minimo storico non coincide con il conteggio del ciclo negativo primario che secondo me finirà all’incirca alla fine di aprile 2014. Rifaccio il conteggio e proprio i conti non tornano. In situazioni nelle quali qualcosa sfugge ovviamente non prendo posizione.
Leggo oltretutto che il 17 ottobre scorso Mediobanca Securities ha pubblicato un report in cui anticipa le sue previsioni sui conti del terzo trimestre 2013 delle società del settore auto sotto la sua copertura. Nel report Landi Renzo ha un target price a 0,85 euro con suggerimento underperform. Condivido questo target price che è proprio quello rilevato dal mio conteggio.
Guardando il grafico ed utilizzando l’analisi tecnica classica si ha un ulteriore segnale da non sottovalutare che potrebbe trarre in inganno il trader. Nel grafico ho tracciato linee blu e rosse e le loro parallele “p”. La linea di resistenza blu violata recentemente ha una parallela insignificante che interseca il grafico in zone nelle quali non ci sono state reazioni alla sua presenza, mentre la parallela rossa è molto reattiva. Questo mi lascia pensare che fra le due linee quella che ha maggiore forza sia quella rossa.
In conclusione ho tre elementi da valutare:
a) report Mediobanca Securities target price a 0,85 euro con suggerimento underperform;
b) conteggio del ciclo non corrisponde, per me fine ciclo negativo aprile 2014;
c) l’analisi tecnica non conferma la violazione di una resistenza dinamica importante.
Tengo il titolo sotto osservazione senza prendere posizione.
landirenzo20131103_02

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here