Nelle scorse settimane ho letto un interessante articolo su Landi Renzo che illustrava le strategie future della società e alcune considerazioni mi hanno favorevolmente colpito. Ho così deciso di mettere sotto osservazione il titolo.
Landi Renzo opera nel settore auto che attualmente sta soffrendo profondamente gli effetti della crisi economica. La società è leader nella trasformazione di motori da benzina a gpl e metano. E’ una nicchia di mercato che nel giro di pochi anni probabilmente si assottiglierà per lasciare spazio a nuove tecnologie, e l’azienda, consapevole di questo destino, ha lanciato un maxi piano di ristrutturazione che comprende la creazione di un centro di ricerca dislocato in 15000 mq di laboratori nei quali verranno esplorate nuove tecnologie e nuovi carburanti compreso l’idrogeno. Il piano non prevede lo sviluppo di soluzioni esclusivamente elettriche sulle quali stanno già operando i principali costruttori mondiali di autoveicoli (in quel caso effettivamente non ci sarebbe nulla da trasformare…).
Il titolo fin dalla quotazione perse in pochi mesi la metà del suo valore per poi recuperare fino al record storico dei 5 euro nell’estate del 2008. Bastarono pochi mesi per far nuovamente oscillare il titolo fin sotto i 2 euro a cui è seguito un nuovo recupero. La volatilità ha poi lasciato spazio alla discesa che è diventata strutturale portando il titolo ad oscillare al di sotto di un euro.
Lo studio del grafico mostra come questo trend negativo sia molto ben rappresentato dalla linea di tendenza rossa che interseca le varie fasi storiche e che oggi accompagna la discesa del titolo.
Ad agosto il titolo ha violato il supporto a un euro e sta ora testando i 0,9 euro. A mio modo di vedere il movimento in corso è la propaggine finale di un ciclo pluriennale negativo che potrebbe concludersi alla fine del 2013 o al massimo a gennaio 2014 quando, ormai asfittico, dovrebbe riprendere quota verso un nuovo ciclo positivo.
Metto in agenda il tutto.
Buon trading!

landi renzo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here