Con la nomina di Mario Greco il Board di Generali aveva lanciato un messaggio ai mercati che avevano reagito positivamente. Il rialzo è stato continuo ed in otto mesi il valore del titolo era cresciuto da 8,50 a 14,00 euro. Un guadagno notevole per gli investitori.[s2If is_user_logged_in()]

Poi però sono arrivati i realizzi di tutti quelli che in area 12-14 euro considerano esaurito lo slancio e Generali ha ricominciato ad indebolirsi.

La difficile congiuntura economica e la fase elettorale che ha restituito un parlamento che non ha i numeri per governare stabilmente  poi hanno fatto il resto convincendo anche i dubbiosi a realizzare i guadagni.

A guardare bene i grafici ci si accorge che i guai di Generali non sono ancora terminati e che la fase positiva, quella lunga e potente, non è ancora arrivata. La parentesi rosa degli ultimi mesi infatti è solo una parentesi.

Si può osservare come il grafico stia scivolando lungo un supporto inclinato con un movimento che risulta ben contenuto dalla grande evolvente parabolica ventennale. Il convergere di questa resistenza e di questo supporto sta riducendo gli spazi di oscillazione del titolo che dovrà fuoriuscire da questo angolo nel giro di due anni.

Cisarà molto tempo per riparlarne, intanto lascio fuori dal portafoglio il titolo che potrebbe ritrovarsi a meno di 8 euro prima di innescare un nuovo ciclo positivo pluriennale.

Buon trading a tutti.

grafico Generali[/s2If]