Ieri Banca IMI ha migliorato il giudizio su Enel ed ora, dopo il ribasso subito dal titolo negli ultimi due mesi, consiglia di acquistare le azioni con obiettivo 4,5 euro.

Sempre ieri invece Exane ha timidamente limato il target price da 4 a 3,9 euro dichiarandosi neutrale sul titolo.

Non conosco gli analisti che hanno fatto il report ne le ragioni che li hanno portati a queste conclusioni ma devo dire che osservando i grafici le cose appaiono decisamente diverse.

A mio parere l’impostazione è molto negativa e la situazione è peggiorata da un paio di settimane quando è stata violata l’evolvente parabolica di supporto che ha aperto la strada ad un ribasso strutturale. Tale situazione solitamente si verifica quando mani forti si liberano del titolo.

Enel a questo punto guidato da un trend negativo ben incanalato potrebbe dirigersi verso i 2 euro e raggiungerli nel giro di tre anni o poco più.

Enel quindi non è un titolo da tenere nel cassetto come dicono gli esperti ma va venduto e subito.

Buon trading a tutti.

GRAFICO ENEL CHART

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here