Oggi vi parlo della borsa Italiana. Il mio database riguardo gli indici italiani non è molto profondo e per avere una visione sufficientemente ampia devo utilizzare l'indice Comit che è considerato vetusto e fuori moda ma ha il pregio di essere completo, cioè di raccogliere dentro di sé l'andamento di tutti i titoli del mercato.

"Giová ma con tutte le borse che ci sono devi proprio propinarci grafici e analisi della borsetta italiana".

Ok ok, c'è di meglio, ma è più forte di me, non riesco a rinunciare a questo mercatino domestico anche se sta diventando sempre più piccolo e insignificante di fronte ai colossi europei, americani ed asiatici.

Come si fa a vivere in Italia e non avere la curiosità di sapere come andrà a finire? Boh, io non ci riesco... Vediamo i grafici che è meglio va...

Ho messo a confronto due scenari uno rialzista e l'altro ribassista per vedere quale dei due fosse più plausibile.

Il primo grafico ipotizza uno scenario rialzista abbastanza coerente con i segnali provenienti dagli altri mercati. Il ciclo rialzista si sviluppa in sei anni fino al massimo storico del 2000 con una progressione di circa 200 punti all'anno.

Il secondo grafico mostra come sui massimi relativi è possibile disegnare un'evolvente parabolica di resistenza che potrebbe fungere da guida per un ribasso strutturale del 30% dai valori di oggi prima che possa ripartire la fase positiva.

Al momento in cui scrivo non mi sono fatto un'idea definitiva sul futuro. Anzi per essere sincero l'idea ribassista che avevo forse non è così certa come pensavo. Ma si sa "trade what you see not what you think" trada quello che vedi è non quello che pensi e non sbagli. Non mi resta che tornare a fare grafici, magari mi è sfuggito qualche indizio.

Buon trading a tutti.

grafico indice COMIT

grafico indice COMIT

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.