Venerdì il rialzo del dollaro era nell'aria, i mercati l'avevano già fiutato. Per tutta la giornata i trader non hanno caricato i volumi in attesa del discorso del presidente della Federal Reserve Janet Yellen. Poi il botto che ha fatto scendere l'euro sotto 1,12.

Per me tutto ok, la mia strategia di breve e medio periodo sul cross EURUSD è ribassista quindi questa discesa è certamente un buon segnale. Il target price di lungo periodo è la parità che dovrebbe essere raggiunta, come ho già scritto, entro marzo 2017.

Ok per il forex, direzione identificata, vediamo ora le borse in dollari se per i prossimi 6 mesi offrono occasioni migliori di quelle in euro.

C'è un po' di lavoro da fare, analizzare indici Dow Jones, S&P500, Nasdaq, i vari comparti e poi vedere cosa ne viene fuori. Per ora vi anticipo parte del lavoro veramente difficile in quanto siamo in un territorio totalmente inesplorato. L'indice S&P500 ci mostra che le potenzialità ci sono e che potrebbero essere espresse presto salendo molto rapidamente, ma non sveliamo ora tutte le carte. Nei prossimi giorni entrerò nei particolari.

A presto.

grafico sep500 - chart sep500

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.