Si è così, Report non c’entra niente con i ribassi in borsa di Moncler.
Mi riferisco all’inchiesta giornalistica trasmessa da Rai 3 nella quale veniva documentata l’illegale “spiumatura” sulle oche vive in Ungheria da cui Moncler recupera la materia prima per le sue linee di moda.
Comprendo che la mia affermazione stride con quanto scritto sui giornali dopo i ribassi del 3, 4 e 5 novembre ma vi dimostro che le cose stanno diversamente.
Guardiamo il grafico, il minimo storico è stato il 16 ottobre (segnato con un cerchietto rosso) mentre la puntata di Reporter era il 2 novembre.
Ok per il 3 novembre che il titolo si è mosso al ribasso in una giornata di borsa rialzista ma poi è andato giù seguendo il trend di tutto il mercato.
Il minimo successivo (segnato con una freccia blu) del 5 novembre si è fermato su livelli superiori rispetto al minimo storico di qualche giorno prima (senza neanche violare supporti). Da li è cresciuto tornando su valori addirittura superiori rispetto a quelli antecedenti la puntata di Reporter.
Cosa può essere successo? Probabilmente qualcuno o qualche banca interessata al titolo ne ha sostenuto il prezzo o più verosimilmente della mancanza di etica nella linea produttiva non gliene frega a nessuno e il titolo va come deve andare.
Intanto c’è da dire che il minimo di ottobre potrebbe essere il minimo del miniciclo e che quella in corso magari è l’onda rialzista che riporterà i valori dal titolo a quelli della quotazione.
Vedremo, intanto a me interessa solo a livello accademico, vada come gli pare.
Buon trading a tutti.

grafico moncler

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here